Casa dolce casa. Rendiamo bella e accogliente casa nostra…risparmiando!

Articoli con tag ‘anta’

Ecco perchè mi piace il bianco (terza parte).

A proposito del bianco. Ne ho già parlato di recente 🙂

Ho detto che mi piace per la sua luminosità e per la sua versatilità nell’accostare vari colori.

È chiaro che ho proprio un debole per il bianco. La mia piccola auto è bianca. Anche Luna, il mio cane pastore maremmano abruzzese è bianca.

C’è ancora un altro motivo per cui mi piace. Sotto alcuni aspetti il bianco è resistente, e la polvere si nota meno.

Faccio degli esempi pratici: il bianco nella mobilia del soggiorno è una scelta sicura. Prova a non spolverare una superficie lucida scura per un paio di giorni e vedrai come la polvere si noterà bene. Con un mobile bianco sarà molto meno evidente. Inoltre a differenza di altre stanze come cucina e ripostigli, in soggiorno il rischio di sporcare la mobilia è piuttosto basso.

In cucina il bianco si assesta in una pratica via di mezzo: è meno delicato delle tinte scure, ma nel caso dei top le macchie si notano immediatamente.

A me piacciono molto le finiture moderne e in particolar modo apprezzo i lavabo in fragranite o cristalite. Il mio lavabo è bianco in cristalite, e purtroppo le macchie, comuni se si cucina, si notano facilmente. Al contrario i segni di calcare, a lungo andare inevitabili in zone dove l’acqua è dura, non si notano per niente.

Su di un mobile ad anta lucida bianca si notano molto poco i graffi. Montando un mobile in casa, per sbaglio ho inciso un profondo graffio su un anta vicino a una maniglia (ok ero stanco e usavo un talgierino affilato vicino all’anta). Ebbene, è davvero difficile notarlo.

Mi ricordo ancora l’incazzatura! Poi ho notato che non si notava. 🙂 e seppur dispiaciuto mi sono calmato.

Da questo punto di vista, nelle cucine dove si maneggiano coltelli e oggetti appuntiti usare le ante bianche può essere un’ottima scelta.

Infine per chi opta per una finitura laccata (non laminata. Sono due cose diverse) deve tenere conto della perdita di tono del colore negli anni. Nel caso del bianco questo problema praticamente è molto meno accentuato, se non marginale.

Forse l’unico posto dove non consiglio tanto il bianco sono i muri esterni della casa, perchè esposti a intemperie, e altri fattori ambientali come ad esempio gli insetti che vi si posano e a lungo andare sporcano il muro. Per non parlare di evenutali piante o soprattutto animali domestici! I miei cani camminano strusciandosi sul muro. In un paio di mesi hanno lasciato un alone giallognolo sul perimetro della casa corrispondente guardacaso alla loro altezza. In questo caso tinte pastello possono fare bella figura molto più a lungo nascondendo eventuali imperfezioni portate dal tempo o da altri fattori. Per quanto riguarda i muri esterni a me piace molto una tinta pesca chiaro.

Ma a casa mia sono rimasto fedele al bianco anche nei muri esterni. 😉     ho aggiunto un rivestimento in mattonelle di pietra di un metro di altezza tutto intorno alla casa.

E ora che i cani si appoggino pure quanto vogliono!

 

 

 

 

 

 

 

Vivo la mia casa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: