Casa dolce casa. Rendiamo bella e accogliente casa nostra…risparmiando!

Articoli con tag ‘mutuo’

debito sano o malato?

Fiducia!

È la fiducia che ultimamente scarseggia tra le istituzioni bancarie e i cittadini. Diciamolo, la cosa è reciproca.

Fino a pochi anni avere accesso ai mutui per la casa era molto più semplice, ma proprio i mutui sono stati la scintilla scatenante dell’attuale crisi economica.

Dopo la crisi dei mutui americani le banche hanno cambiato un po’ tendenza.

Ti ricordi fino al 2008 le pubblicità in TV? Vi ricordate quante pubblicità di mutui?

Io mi ricordo ancora una pubblicità dove arrivava una giovane coppia in banca con una porta in mano e diceva: <<Ecco il nostro 1%>>.

Quante di queste pubblicità si vedono oggi? Pochissime.

Le banche non prestano più soldi ai cittadini se non con solide garanzie. Mi ricordo che, appena esplosa la crisi, le banche non si fidavano neppure a prestarsi il denaro tra di loro.

Come ha i conti quella banca là? È a rischio fallimento? Girava voce che qualche banca avrebbe potuto saltare.

Ora questa situazione si è normalizzata e le banche non si fidano più soltanto dei cittadini.

A torto? A ragione? Chissà. Se guardi un po’ di aste immobiliari vedrai che una grossa fetta degli esecutati ha perso la casa perchè non pagava il mutuo.

A proposito, avevo mai detto che si possono fare degli affari interessanti alle aste immobiliari? È un mondo dove è facile prendere fregature, però con un po’ di esperienza si possono trovare case a ottimi prezzi. Ad esempio, la casa dove vivo l’ho acquistata all’asta.

Le banche prestano soldi con molte più reticenze, sono praticamente spariti i mutui superiori al 100%. prima della crisi si potevano trovare mutui anche al 130% del valore dell’immobile. Così da poter acquistare la casa e arredarla completamente.

Adesso se una persona non ha un po’ di soldi da parte è molto difficile accedere a un mutuo. Mediamente le banche tendono a concedere l’80% del valore dell’immobile. In alcuni casi il 90%.

È un bene? È un male?

Dipende! Sicuramente più è alta la percentuale anticipata dalla banca e più si è indebitati.

Che brutta parola. Indebitati! Come suona dirlo? Ripetilo ad alta voce: Io sono indebitato/a!

Che effetto fa? Tutti noi che abbiamo un mutuo siamo indebitati e finchè il debito non è onorato la casa non è veramente nostra. In relatà è della banca. Prova a non pagare un po’ di rate, a chi va la casa? Alla banca! Quindi la casa è della banca.

Non fa un bell’effetto dire: “ora vado, torno nella casa della banca”. Meglio dire: “ora vado, torno a casa mia”. Peccato che non sia questa la realtà.

Certo, la banca è un affittuario di larghissime vedute: puoi fare quello che vuoi della casa e non ti dirà mai niente. Io ho tre cani. Non credo che un’altra persona avrebbe accettato di affittarmi la casa sapendo questo.

Avere un debito non è un bene o un male in sè. Dipende moltissimo dal tipo di debito. È importante distinguere tra debiti sani e debiti “malati”.

Un debito sano serve a generare ricchezza o flusso di cassa. Il debito sano è un investimento per il futuro. Lo si fa per avere più ricchezza quando lo si estingue rispetto a quando lo si è contratto.

Un debito malato serve solo a soddisfare bisogni e capricci e non genera ricchezza, ma porta impoverimento.

Un debito sano è: un’impresa da avviare o fare crescere, partecipazioni in affari con un ritorno economico, ciò che aumenta valore alla mia casa in ottica di rivendita, la casa se nel giro di qualche anno la rivendo a una cifra maggiore o uguale di quanto l’ho comprata.

Un debito malato è le vacanze, l’automobile, finanziamenti nei negozi per beni di prima necessità o elettrodomestici, debiti di gioco o simili, la casa dove voglio vivere una vita.

La casa dove voglio trascorrere una vita è un debito malato? Ma se mi hanno sempre detto che la casa è un investimento.

No. La casa è un “capriccio”.

Un capriccio importante che permette di esprimerti e di appagare un bisogno di sicurezza (ricorda però che è della banca finchè non hai pagato tutto), ma comunque un capriccio. Finchè i soldi che ci hai speso non sono di nuovo nelle tue tasche è un capriccio.

Approfondiremo più avanti anche questo argomento.

Vivo la mia casa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: