Casa dolce casa. Rendiamo bella e accogliente casa nostra…risparmiando!

Articoli con tag ‘risparmiare’

Investimento immobiliare al mare.

Qualche tempo fa avevo pubblicato un post dove spiegavo che scegliere la zona giusta può portare a un risparmio notevole nell’acquisto di una casa. Questo perchè a volte paghiamo anche cose che non ci interessano.

E alla fine, a conti fatti, paghiamo cifre che svincolate dal contesto fanno una certa impressione.

Alcune zone possono essere care per via di vantaggi o servizi di cui in fondo possiamo fare benissimo a meno. Magari nemmeno ci interessano. Scuole se non ho figli (e non voglio averli o sono già cresciuti), posta se ci vado una volta ogni due mesi, banca se faccio quasi tutto online, ecc…

Il mio ultimo investimento immobiliare è un chiaro esempio di come questa regola sia valida.

 

Immagina una località balneare abbastanza mondana, dove i prezzi delle case sono alti. Un piccolo appartamento costa intorno ai 200000 euro.

Sto parlando di Lignano Sabbiadoro in Friuli.

Chi vive in Friuli di solito ha due località balneari di riferimento: Grado e Lignano. Entrambe hanno prezzi alti. Se abiti in Friuli e vuoi la casa al mare abbastanza vicina a casa tua (diciamo un’ora, al massimo un’ora e mezzo di strada) sei quasi costretto ad acquistarla in una di queste due località. Ok non sono proprio le uniche offerte disponibili, ma facciamo riferimento a queste due per semplicità o dovrei iniziare un lungo discorso non pertinente a questo argomento.

 

Ammettiamo che tu preferisca Lignano come località. I costi sono quelli che ti ho detto. Ma ammettiamo che ti piaccia anche la tranquillità, un luogo curato, che vuoi sentire l’odore del mare per le emozioni che ti da, e lo vuoi vedere, ma non ti piace andare a cuocerti in spiaggia tutti i giorni. O spendere 5 minuti in più per andare in spiaggia non ti pesa affatto.

Oppure sei un fortunato possessore di una barca che usi molto e ti piace farci le escursioni. In questi casi potresti ricadere nella scelta che ho fatto io con il mio investimento e risparmiare un sacco di soldi.

 

Intendo proprio dire tanti soldi! Anche più di centomila euro. 100000 euro (come minimo), mica noccioline!

Semplicemente spostandoti di 3 km da lignano e affacciandoti sulla sua laguna anzichè sul mare aperto (a dire il vero gli appartamenti con vista sul mare costano ancora di più di quanto ti ho scritto).

3 km per 100/150000 euro di differenza forse anche 200000. Messa su questo piano suona in una maniera nuova, non ti pare?

Non pensi più:<< mmm che scocciatura, sto cinque minuti in più per arrivare al mare, e devo anche prendere la macchina>>. Ma inizierai a pensare: <<wow! Invece di un vecchio miniappartamento ho una villetta a schiera nuova, arredata, du bagni e due grandi camere, con aria condizionata in ogni stanza, giardinetto personale con una pianta di ulivo, e una taverna con la stufa a legna e la sauna finlandese. Il tutto con posto auto e in un residence curatissimo che ha anche la piscina con l’idromassaggio e vista sulla laguna dal terrazzo>>.

 

Suona diverso no? Visto da una diversa porspettiva si fa molto accattivante! Da sentire le farfalle nello stomaco!

 

Dai ti posto qualche foto. Tu cosa ne pensi?

Ovviamente non ci andrò a vivere e nemmeno in vacanza. Questa casa l’ho acquistata per rivenderla.

Magari potrebbe anche interessarti.

La mia mail è marco_z78@hotmail.it

 

Vivo la mia casa.

Annunci

lavori e fiducia.

Nell’ultimo post ho parlato degli interventi in casa. Spesso conviene imparare a fare da sè, o comunque è importante seguire in prima persona i lavori.

Con questo non  voglio sminuire i professionisti e gli artigiani che come è ben noto sono spesso pieni di lavoro. Se vengono chiamati per inezie alla fine fatturano comunque il tempo e la chiamata che abbiamo fatto, quindi anche a fronte di lavori semplici sono costretti a chiedere molti soldi.

Magari ci mettono vicino qualche spesa extra di materiale per arrotondare. Cosa che non possono fare se si trovano davanti una persona che è competente nel loro lavoro, che parla il loro linguaggio, e che quindi dimostra di avere la consapevolezza di quello che sta pagando.

Alla fine questo genere di esperienza permette di capire, qualora non fossi in grado di affidarti al fai da te, se la persona che sta lavorando per te, lavora bene ed è una persona seria.

Ti dico questo perchè, a fronte di figure professionali sicuramente molto valide, ci sono “artigiani” che non sono affatto tali.

Non si tratta neccessariamente di figure improvvisate, la maggior parte dei casi di persone completamente inefficenti che ho incontrato in realtà operavano da anni. Ma in che maniera? A mio parere senza mai mettersi in discussione.

Escludendo i truffatori che mi chiedevano 1000 euro per stringere un paio di viti, spesso ho incontrato persone che dopo i primi mesi di apprendistato non hanno più voluto evolversi. Non vogliono pensieri, fanno lo stesso lavoro da 20 anni in modo acritico. Quello che hanno imparato vent’anni fa deve andare bene ancora oggi. Mi colpisce che spesso lavorano in automatico spegnendo il cervello.

Una volta ho procurato a un idraulico che mi stava rifacendo il bagno, un pezzo che mi aveva chiesto. Ho dovuto andarmene per motivi personali senza seguire il lavoro e al mio ritorno, dopo tre ore, non aveva ancora fatto nulla. Stava ancora tentando di montare il pezzo e già alludeva a difetti del sanitario che avevo acquistato. L’ho guardato sblaordito e gli ho detto: <<guarda che lo stai montando al contrario>>. Non avevo mai visto fare quel tipo di lavoro, ma è bastato usare un filo di logica. In pochi minuti il pezzo era montato.

Non serve aggiungere che, siccome aveva perso il pomeriggio, ha provato a mettermi in conto le ore di lavoro.

Immagino la tipica signora anziana del tutto estranea a questo genere di cose: avrebbe comprato un sanitario nuovo, e avrebbe pagato un sacco di soldi in più al “professionista”.

Alla fine deve diventare anche una questione di fiducia.

Impara ad avere fiducia in primis di te. Fatti un po’ di esperienza e competenze, questo vale soprattutto per le donne. Purtroppo ci sono “artigiani” che appena vedono una donna, pensano che non abbia alba di quello che fanno, in quanto “lavoro da uomini”, e spesso cercano di approfittarsene.

Una volta che avrai fiducia nelle tue capacità di valutazione, saprai a chi dare fiducia per i lavori di casa.

Ripeto, esistono moltissimi artigiani professionali che fanno onestamente e con grande competenza il loro lavoro.

Avere un po’ di esperienza, o meglio, capire il linguaggio degli interventi in casa, oltre a fare risparmiare soldi facendo i lavori in autonomia, permette di distinguere i veri artigiani dagli incompetenti.

 

 

 

 

 

 

 

Vivo la mia casa.

cosa conviene?

Oggi ho voglia di fare qualche calcolo.

Ho già toccato l’argomento in un vecchio post dove parlavo del fai da te.

Quando si fanno lavori in casa è importante fare attente valutazioni.

Ad esempio io ritengo sbagliato chiamare i professionisti per i lavori minori, quelli per cui si può imparare ad arrangiarsi da soli.

La maggior parte delle volte conviene comunque esserci.

Faccio un esempio pratico.

Un po’ di tempo fa ho parlato con una persona che mi ha detto: << ho avuto la fortuna di rimanere per un periodo senza lavoro>>.

Potresti rimanere stupito da questa frase, eppure mi sento di condividere in pieno l’affermazione di questa persona. Ascolta il resto.

Questa persona ha poi aggiunto: <<sai, dovevo ristrutturare casa e fare degli interventi piuttosto radicali e prima di perdere il lavoro ho fatto dei preventivi. Mi sarebbe costato parecchie decine di migliaia di euro. La casa aveva davvero bisogno di interventi, e per questo motivo, mentre ero disoccupato e mentre lavorava mia moglie, ho deciso di seguire personalmente i lavori. Ho seguito i singoli artigiani coordinandoli, ho reperito io i materiali e molte cose che una volta non sapevo fare, ho imparato a farle. Mi sono fatto moltissimi lavori da solo. Risultato? Poco più di 6 mesi di lavori e 20000 euro risparmiati sui preventivi>>.

Devo ripeterlo? 20000 euro!

Ora facciamo due conti. Considerando che la paga annuale di questa persona è di circa 17000 euro annui, e considerando che poco dopo ha trovato un altro lavoro, diciamo che con sei mesi di lavoro ha in tasca più di quanto avrebbe avuto lavorando un anno e affidando a una gestione totalmente esterna la ristrutturazione di casa sua.

Ti sembra poco?

Secondo me da questa esperienza ha tratto altri vantaggi che gli torneranno molto utili in futuro.

Ho appena usato questa parola: esperienza.

Ora sa che in moltissimi casi può risolversi da solo piccoli interventi in casa. Ha l’esperienza per farlo. Senza contare, che lavorando su casa sua aveva una motivazione molto forte affinchè tutto procedesse per il meglio. Di conseguenza ha seguito il tutto con una cura che solo una persona che è legata emotivamente alla propria casa può avere.

Ricordati, accumulando un po’ di esperienza puoi rispamiare molti soldi, e ti assicuro che non è questo l’unico vantaggio. Diciamo che fai un investimento a lungo termine sulla tua casa e i tuoi risparmi.

Chi ha le informazioni decide. Vale in tutti i campi della vita, e vale anche per quanto riguarda la casa.

Nel prossimo post parlerò degli altri vantaggi a lungo termine che questo genere di esperienze porta.

Ricorda! Chi ha l’informazione comanda.

Vivo la mia casa.

 

Problemi di budget?

Quante volte vorremo fare qualche intervento in casa nostra o al nostro arredamento e non possiamo permettercelo?

A chi non è mai capitata una cosa del genere?

Si sa, la crisi, i soldi non ci sono quando servono, ecc, ecc, ecc…

Perchè non imparare a tagliare i costi fin da subito e affrontare il problema alla radice?

Perchè non risparmiare direttamente sull’acquisto della casa?

Con un po’ di ingegno e imparando un po’ ad arrangiarsi e soprattutto a pensare in maniera “strategica” si possono fare ottimi affari. Si possono risparmiare un sacco di soldi! Senza andare a cercare la speculazione immobiliare più sfrenata, bastano pochi accorgimenti per riuscire a risparmiare il 10/15% sull’acquisto di un immobile. Se la spesa media di un immobile ammonta a 200000 € il 15% ammonta a 30000 €. Non è un risparmio da poco! Un risparmio che può valere l’arredamento della casa. A dire il vero con quella cifra si può arredare con buon gusto 3 appartamenti di medie dimensioni: è sempre un discorso di ingegno, lungimiranza, strategia condite con creatività e capacità di sognare ad occhi aperti.

Eppure c’è crisi.

Intanto per cominciare la cirsi potrebbe essere un ottima opportunità per chi sta pensando di cambiare casa.

I prezzi degli immobili sono scesi quasi ovunque, soltanto nei centri storici e nelle zone di pregio il mercato immobiliare ha “tenuto botta”.

I tassi di interesse sull’euro stanno tornado a salire, quindi i mutui a tasso variabile inevitabilmente sono destinati a salire. Parleremo in futuro anche di questo.

Il costo del denaro torna a salire, in TV si rivedono le pubblicità sui mutui e banche che tornano a reclamizzare rendimenti più alti di quelli che vedevamo l’anno scorso.

Se l’economia riparte ripartono in salita anche i prezzi degli immobili.

Si possono trovare ancora ottime occasioni per risparmiare sull’acquisto, ma devono essere colte in fretta.

Questo potrebbe essere uno degli ultimi momenti buoni. Sottolineo potrebbe. Nella vita si è certi solo di morire!

Per prendere le occasioni migliori bisogna essere al posto giusto e al momento giusto.

Ma non basta.

bisogna essere anche la persona giusta o l’occasione potrebbe sfuggire da sotto il naso.

Ad ogni modo la strategia migliore non è aspettare le occasioni ma crearsele.

Come si fa a crearsi l’occasione giusta ed essere la persona giusta?

Facendosi le giuste domande ovviamente!

Domande intelligenti = risposte intelligenti

Eh sì, purtroppo a volte per via della fretta, del “voglio tutto e subito”, della comodità e delle abitudini paghiamo le cose più del necessario.

Evitando le agenzie immobiliari si risparmia già un buon 3% di provvigione.

E poi, quando compriamo casa, cosa ci INTERESSA davvero? Per cosa siamo disposti davvero a pagare?

È fondamentale fare una lista delle cose che sono irrinuciabili e delle cose di cui possiamo fare a meno.

Per compilare la lista in modo completo non bisogna analizzare solo i vari aspetti della casa in sè. Bisogna anche tenere conto del tempo a disposizione per acquistare (più si cerca più possibilità ci sono di trovare buone occasioni) e la zona in cui andremo a vivere con i relativi servizi. Infine bisogna abituarsi a conoscere i prezzi delle zone limitrofe a quella che ci interessa.

La scelta della zona è fondamentale. Scegliendo con il giusto criterio si possono risparmiare migliaia di euro senza fare rinunce sostanziali; magari spostandosi solamente di pochissimi chilometri. Oppure rinunciando a cose che in realtà non interessano veramente.

Bisogna davvero entrare nell’ottica giusta e pensare in modo strategico.

Ne parleremo presto!

Vivo la mia casa!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: